M1, resto di supernova nel Toro

M1, Nebulosa del Granchio

Resto di supernova nel Toro

Torna alla Galleria | Alta Risoluzione | Notizie
Autore Stefano Focosi
Luogo e data Chiesina Uzzanese (PT) - 09-10.12.2010
Telescopio di ripresa SCT Celestron C8 F6,3
Camera di ripresa Canon Eos 1000D (modificata con filtro Baader) + Filtro IDAS LPS-P2
Telescopio di guida MTO 1000 F10
Sistema Guida SBIG ST7-E
Montatura EQ6-Pro SynScan 3.25
Esposizione 25 pose (scelte da 40) da 600 secondi
Elaborazione Pixinsight LE, Deep Sky Stacker, Photoshop CS3


M1, resto di supernova nella costellazione del Toro

M1, primo oggetto del catalogo Messier, è un resto di supernova situato nella costellazione del Toro. L'esplosione della supernova fu osservato dai cinesi e dagli arabi ed avvenne nel 1054, precisamente il 4 Luglio (il nome della supernova è appunto SN1054). L'esplosione causò un bagliore tale che l'oggetto acquistò una magntudine negativa (forse -17!) ed appariva addirittura visibile in pieno giorno, per ben 23 giorni. La nebulosa dista da noi circa 6500 anni luce, quindi l'esplosione (osservata nel 1054) avvenne in realtà circa nel 5400 A.C. .
Questa nebulosa è conusciuta anche come Nebulosa del Granchio o Nebulosa Granchio, ma ha anche molte altre denominazioni abbinate ai vari cataloghi (come: NGC 1952, 3C 144, LBN 833, Sh2-244, h 357, GC 1157) contiene al suo interno una pulsar, una stella di neutroni che ruota alla velocitÓ di 30 giri al secondo ed è una forte sorgente di raggi X.
La scoperta di questo oggetto è attribuita a John Bevis, nel 1731.

Torna alla galleria